domenica 31 luglio 2011

Bertè live @ Arenile

Fotografare Loredana Berté ad un suo concerto è un po come fotografare un palo della luce. Basta una foto, le altre verrebbero uguali alla prima. Praticamente tutto il concerto è un inno a tale rEverbero che solo un'arista come lei pretende e cambia ad ogni canzone. Ad ogni pezzo le casse so troppo alte o troppo basse, gli ear monitor non fungono, le luci so troppo alte che l'accecano e quindi minaccia di spaccarle e il fonico è uno stronzo. 
Loredana Berté non è professionale, non gli è manco concesso di essere professionale. Non sono riuscito mai a capire come una delle poche ICONE che abbiamo in Italia deve esibirsi in posti di merda come l'Arenile di Bagnoli con basi midi senza manco la possibilità di una band, mentre gente come Vasco Rossi riesce a riempire interi stadi per la fortuna di aver scritto tre belle canzoni.
La Berté è un ICONA POP, una delle prime in Italia, la prima che portava in scena spettacoli degni di Madonna, una che Lady GaGa copia insomma.
Io la AMO come solo Malgioglio ama il suo ciuffo. E' una delle poche donne al mondo che sposerei e ora DAGLIE DE REVERBERO CHE SENNO' TE SPACCO LE LUCI!! (cit.)

video








sabato 30 luglio 2011

Post Senile

Pensando alla mia vecchiaia ho capito che io diventerò una di queste due possibili tipologie che si trovano agli antipodi una dall'altra:

Potrei diventare uno di quei malinconici e gentili vecchietti che se ne vanno in giro per la città con una ginestra fra le mani e non dare confidenza a nessuno, passando le ore pensando all'unico amore perso della mia vita, con quell'aria alla Giorgio Napolitano praticamente:


Oppure impazzirò, comprerò una cabriolet di terza mano e me ne andrò in giro per il mondo con un berretto da baseball in testa e gli scatoloni colmi di roba dietro al bagagliaio, cantando a squarciagola Teenage Dream di Katy Perry, i capelli sfatti e l'aria da Loredana Bertè. Una sorta di gattara post moderna on the road in pratica: 



Ogni volta che entro in una libreria ci resto per ore e la meraviglia è sempre la stessa: MA QUANTA MERDA L'EDITORIA RIESCE A PUBBLICARE???

Quanto bene noi vogliamo alla Foresta Amazzonica pubblicando un libro di 200 pagine completamente BIANCHE?

E per la rubrica ''Biografie inutili'':

Già la copertina è una botta di vita, una di quelle che saprebbe darti solo un film di Almodovar, ma poi, musica a parte, davvero Elisa crede di aver avuto questa vita così emozionante da essere racchiusa in un libro? Santa Ceppa non sei Mick Jagger!

Basta ho deciso che voglio anche io una biografia in cui racconto di quante volte al giorno prendo la metro.







martedì 26 luglio 2011

Cara Patrizia Rossetti, mo so cazzi!

Da quando Mariah Carey ha iniziato a far televendite, ho smesso di chiedermi che fine abbia fatto la mia amata Patrizia Rossetti.

Voi ve la ricordate così, spiaggiata su un divano di dubbio gusto, incapace anche di grattarsi una chiappa, gravida di due guardaroba Ikea:


Invece Mariah è tornata sulla Mediashopping americana per presentare la sua line d'abbigliamento che fa rabbrividire anche gli stylist di bershka. E ora che su quel divano può anche muoversi con la stessa agilità di una foca monaca, Patrizia Rossetti so cazzi! 

domenica 24 luglio 2011

Back to Black

Genio e sregolatezza. Storia vecchia quanto il mondo. S'è l'è cercata si dice, ciò non significa che a qualcuno può dispiacere. 
Trovo ridicolo chi crede di essere figo perché a lui non importa nulla della morte di una cantante tossica ma importa della morte di 100 persone nell'attentato di Oslo.
Un talento non può nulla contro una stupida guerra del greggio mascherata da lotta all'estremismo, neanche quando muore.

A me dispiace di Amy, e ora che secondo me rientra di diritto nel Club of 27 spero trovi pace. La sua voce mancherà.


sabato 23 luglio 2011

''Qui a RunRadio dove è FINITAAAA...'' (almeno per ora!)

Avviso: questo sarà un posto noiosissimo dove le parole GRAZIE e RINGRAZIO saranno ripetute fino alla nausea e vi faranno venir voglia di andare a vedere Barbara D'Urso in tv piuttosto che stare su questo blog.

La mia avventura a RunRadio si ferma, almeno per ora. Molto probabilmente a Settembre ritornerò con nuove idee e nuovi programmi. 
Quando ad aprile sono arrivato in radio, davanti al microfono avevo la stessa spigliatezza che ha Sara Tommasi negli spot per Alfonso Luigi Marra. Col tempo impari tante cose e ho ancora bisogno di tempo per impararne tante altre. Perfezioni l'arte dell'improvvisazione ed è una grande soddisfazione quando riesci a portare a casa decentemente un'ora di diretta.
Sono soddisfatto di questa prima leg, sono partito dalla base: insieme al gruppo autoriale, al mio compagno di diretta, Mario Morgan e insieme a tutto lo staff abbiamo buttato giù idea, perfezionato puntata dopo puntata tutto quello che andava perfezionato e siamo cresciuti. Insieme abbiamo scritto e creato sigla, promo, format, testi e quant'altro. E ognuno è stato indispensabile per arrivare al tutto.

In questo post ci tenevo a ringraziare chi ha supportato il mio programma, Lunch Break, tutti quelli che dietro ci hanno collaborato: La regia e programmazione con Giovanni, Daniele e Pasquale. Il duo autorale Laura+Laura per il loro continuo aiuto e supporto, le mie PR preferite, Ludo, MaryTì e Fiore che per mesi ho assillato con ospiti, contatti, mail e quant'altro. Gli altri speaker Andrea, Loris, Maria Elena per tutti i loro segnali dall'altra parte del vetro. Franceschina per i suoi preziosi consigli e per la realizzazione della sigla del programma che adoro alla follia. Enzina perché senza di lei RunMeet non sarebbe stata affatto la stessa cosa! Il mio adorato vice presidente, Fabrizio, che più volte si è battuto per noi e senza di lui forse non saremmo mai arrivati alla fine! Ringrazio ancora la redazione web per il loro grande lavoro sul sito e per tute le volte che ho rubato la loro postazione pc! E come non ringraziare il Boss, Antonio che nonostante tutto ha creduto in noi!
Ringraziamento particolare va a Mario Morgan perché senza di lui tutto ciò non sarebbe mai iniziato forse! <3

Ancora grazie a tutti gli ospiti: il Dottor Marco Rossi in primis per la sua pillola settimanale, tutti i professori che hanno partecipato, il supporto e la disponibilità di alcuni Youtubers come Barbie Xanax, Gigi di GiChannel, Livia di Cooking Cake Show. <3
A RunRadio ho anche imparato che trattare con alcuni youtubers è molto più difficile che trattare con alcuni professori multi laureati. Ricordate che Youtube dovrebbe essere un punto di partenza e non il vostro arrivo.

Ringrazio tutti i ragazzi di Twitter che ci hanno seguiti, gli ascoltatori che hanno e non hanno interagito con noi, tutti quelli che hanno preso LunchBreak come un'appuntamento immancabile, e gli amici di sempre che non hanno mai smesso di seguirmi. <3

E ora che questo post è diventato più noioso di una puntata della Vita in Diretta non posso far altro che concludere con un ''GRAZIE, VI VOGLIO BENE TUTTI!'' alla Alessandra Canale! 








sabato 16 luglio 2011

[Record Club] Mi sono riconciliato con Beyoncé - 4

Il mio rapporto con la più grande consumatrice di Slim Lift Supreme, in arte Beyoncé, è sempre stato contrastato. Per quanto amassi muovere il culo su pezzi come Crazy in Love, l'ho sempre ritenuta una talentuosa timorata di Dio pronta anche a vendere il nipote pur di aggiudicarsi un certo status. 
Questa idea si è un po modificata dall'uscita di quello che sarà il suo album meno venduto e popolare, ''4''.
Tolto il primo singolo ''Run The World (Girls)'' capace di far vomitare anche una gallina sorda, Beyoncé ha tirato fuori un album differente da tutto ciò che c'è ora in giro, e mentre Lady GaGa faceva a parruccate con Rihanna per aggiudicarsi più fan su Facebook, Bee era intenta a riesumare colonne portanti degli anni '90 come Babyface per realizzare un disco dalle sonorità r'n'b d'altri tempi.

Il disco si apre con ''1+1'', uno dei sui miglior pezzi in assoluto che sembra appartenere alla colonna sonora di un musical alla Dreamgirl, merito della collaborazione con la band di Broadway, Felal.
Da segnalare sono sicuramente la corposa ''I Miss U'' e ''Start Over'' che fa un po il verso ad ''Halo''.
L'uso prevalente di strumenti live e non campionati è il filo che ricollega un po tutte le 12 tracce dove la voce di Beyoncé risulta sempre impeccabile e piacevole.

Che Beyoncé sia la produttrice esecutiva di questo progetto si sente sin dalla prima nota, e forse anche questo lo rende il suo disco più personale e sincero.
Questo diventerà sicuramente il suo disco meno venduto, un disco che può piacere e non piacere ma che dal primo ascolto risulta l'album di una che ha avuto le palle di incidere veramente quello che le piaceva e non quello che poteva andare meglio in classifica.
Brava, fossi un produttore di guaine contenitive te ne avrei inviato una fornitura annuale gratis!

sabato 9 luglio 2011

E comunque questo non è un fashion blog

Prima di rendermi conto che erano appena le 8.00 del mattino e domadarmi di conseguenza ''cazzo ci faccio in mezzo alla strada alle 8.00 di sabato mattina?!'' mi sono reso conto che ormai la mia vita ha raggiunto i ritmi di un pensionato con la stessa quantità di cose da fare di un filippino sotto pagato che lavora come domestica ad arcore.
Il punto è che il frigo era vuoto e mi era finito anche il deodorante quindi inconsapevolmente in pantaloncini sgambati che manco Gisele Bundchen e infradito da idroscalo di Milano mi sono fiondato al centro commerciale senza sapere che aprisse alle 9. Ho aspettato 40 minuti insieme ad una guardia girata circondato da carrelli abbandonati in un parcheggio vuoto. 
Tra la mia spesa di oggi c'è finito il mio primo deodorante ecobio. Puzza di insalata condita con il limone andata a male e non mi pare manco tanto efficace. Bella merda!
Pezzo forte della spesa giornaliera è sicuramente un nuovo parigamba. Una delle cose più trash che io abbia mai comprato. L'ho preso da Yamamay e fa parte dela nuova collezione realizzata da Bob Sinclair, tizio che abbiamo capito avere un cattivo gusto in fatto di biancheria intima. Perché l'ho comprato allora? Perché sull'elastico ci sono le iniziali BS che se per quelli di Yamamay significano Bob Sinclair, per tutto il resto del mondo civilizzato BS non sta per altro che Britney Spears, o Bella Stronza dipende dai casi. Sarà il pezzo forte della mia tappa europea del Femme Fatale Tour che presto scoprirete (e scoprirò) qual'è. In quale arena immonda d'Europa ci porterà questa volta la nostra beniamina??

Detto ciò, fa caldo e io puzzo di ghiacciolo al limone sciolto e andato a male grazie al mio nuovo deodorante ecobio, ma ci tenevo a ringraziare chi legge questo blog e le sue cavolate. L'altro giorno mi è arrivato un tweet da @Jeko82 che diceva di star usando minote-s come lettura da vacanze. Questo fa un po Liala e io ne sono onorato! :)

domenica 3 luglio 2011

Il meglio e il peggio di Youtube NextUp

Aperte le votazioni per YouTube NextUp. Ora sperando che non ci sia un invasione di canali fake pronti a votare il proprio video e visto che ho sempre trovato carino rivelare le mie preferenze ecco i progetti che ho votato:

Quello di Barbie Xanax è un progetto concreto, che riunisce un team e che tratta di un'argomento che per un appassionato di comunicazione ed arte come me non può risultare non interessante. Ecco perché ho deciso di votarlo e sinceramente mi auguro di riuscire a vedere questo progetto realizzato.


Il fatto che in Italia l'Arte e soprattutto i giovani artisti non siano affatto valorizzati e supportati è stato il motivo portante per il quale ho deciso di votare anche il video di Stefano Stefanini.

Ma ora passiamo al peggio di YouTube NextUp, ovvero i video che non avrei votato manco messo sotto tortura ascoltando a ripetizione infinita Judas di Lady GaGa:

Giusto perché io proprio non ho capito la ragione per cui dovrei farti vincere ventimila euro.


Come farsi pagare da Youtube il corso di make up.


E con i ventimila euro che vuoi farci? Pagare una squadra di ricercatori che trovino una soluzione per tenere i capelli cotonati anche di notte??


Per votare i video basta andare sul canale di NextUp che vi, cercare e cliccare il vostro video preferito che potrete votare cliccando sul pollice in su che comparirà alla  destra del video (o è la sinistra del video??). Dio solo e chiunque abbia voglia di contare, sa quante volte ho ripetuto cliccare in quest'ultimo periodo!